Clicca per votare articolo

Vilcabamba – L’ultimo rifugio degli Incas

All’ombra delle Ande, nascosto sotto tonnellate di vegetazione della foresta amazzonica, giaceva uno dei tesori segreti più incredibili del Perù. Vilcabamba fu l’ultimo rifugio degli Incas prima che il loro impero fosse distrutto dagli spagnoli. La sua posizione è stata un mistero per centinaia di anni ed è stata sicuramente identificata solo pochi decenni fa.



Vilcabamba, l'ultimo rifugio degli Incas
Vilcabamba fu l’ultimo rifugio degli Incas dopo l’invasione spagnola

Dopo l’invasione spagnola, gli ultimi Inca ribelli fuggirono a Vilcabamba (giungla selvaggia di Cusco) dove stabilirono il loro ultimo rifugio. Per molti anni la vera posizione di Vilcabamba non era nota fino alle recenti scoperte in questo luogo magico.


Che cos’è Vilcabamba?

  • Vilcabamba è il nome della città Inca costruita per ospitare gli ultimi sovrani Inca dopo l’invasione spagnola nel 1529.
  • L’esploratore americano Hiram Bingham scoprì Machu Picchu nel 1911 credendo di aver scoperto Vilcabamba, “La città perduta degli Incas”.
  • Gli ultimi sovrani inca vissero a Vilcabamba tra il 1536 e il 1573. Il luogo era inaccessibile agli spagnoli a causa della sua posizione nella giungla.
  • La foresta pluviale amazzonica nascose gli edifici di Vilcabamba per secoli fino a quando non fu scoperta nel 1964 dall’esploratore americano Gene Savoy.

Perché è noto come l’ultimo rifugio degli Incas?

  • L’ultimo rifugio degli Incas era già noto ai cronisti spagnoli che conoscevano un posto dove si nascondevano i ribelli Incas.
  • Vilcabamba era anche conosciuta come “La città perduta degli Incas”.
  • Quando l’esploratore americano Hiram Bingham arrivò a Machu Picchu, pensò di scoprire Vilcabamba, l’ultimo rifugio degli Incas.

Come arrivare a Vilcabamba?

  • Vilcabamba, La città perduta degli Incas si trova nel distretto di Vilcabamba, provincia di La Convencion a Cusco.
  • Per arrivare a Vilcabamba è necessario continuare a viaggiare in autobus da Cusco alla città di Kiteni (seguendo il percorso per Quillabamba). Da lì, seguire la strada verso “Azul Mayo”.
  • L’ultima sezione della strada è a piedi (o a cavallo) attraverso incredibili paesaggi di montagne verdi. Si stima che ci vogliono 9 ore per raggiungere il rifugio Inca di Vilcabamba e i suoi resti archeologici.

Mappa di Vilcabamba

  • Vilcabamba è una distanza diretta di 118 chilometri dalla città di Cusco. Si trova nel mezzo dell’alta giungla del Perù, un luogo di difficile accesso.
  • Attualmente esiste una città chiamata “Vilcabamba”. Da lì, viene intrapreso un viaggio nell’antico sito archeologico noto come la “Città perduta degli Incas”.
Vilcabamba, l'ultimo rifugio degli Incas
Mappa della posizione di Vilcabamba alla scala 1: 269411

Chi erano gli ultimi Incas?

  • Dopo la cattura dell’Inca Atahualpa a Cajamarca (1532), vi furono successive battaglie tra spagnoli e incas. Quest’ultimo ha dovuto lasciare Cusco e creare un mini-governo a Vilcabamba.
  • Gli Inca che governarono in Vilcabamba erano Manco Inca, Tupac Sayri, Titu Cusi e Tupac Amaru io.

Quali sono i misteri di Vilcabamba?

  • Vilcabamba è una scoperta recente, quindi i suoi misteri non sono ancora stati completamente svelati.
  • Una delle recenti scoperte suggerisce che Vilcabamba era occupata dalla cultura pre-inca ‘Wari’, fino a 500 anni prima degli Incas.
  • Gli Incas avrebbero modificato le costruzioni esistenti per il comfort degli Inca e dei suoi nuovi abitanti.
  • Le mura di Vilcabamba non hanno la qualità di altri siti come Machu Picchu. Tuttavia, mantengono intatta la tecnica Inca.
  • Alcuni ricercatori suggeriscono che il sito archeologico di Choquequirao sia stato il vero ultimo rifugio Inca durante l’invasione spagnola.

Ci sono tesori a Vilcabamba?

  • Gli invasori spagnoli immaginavano una grande ricchezza di oro e argento portata a Vilcabamba. Credevano che gli Incas nascondessero importanti somme d’oro portate dopo la conquista di Cusco.
  • Le indagini a Vilcabamba non hanno trovato l’oro indicato dagli spagnoli. Tuttavia, recentemente sono stati trovati i resti di una tomba reale della cultura pre-inca ‘Wari’.
  • Tra i reperti in ceramica e litici c’era una maschera d’argento, un’ascia d’argento, una corazza d’oro e varie placche d’oro che compongono più di 300 pezzi d’oro e d’argento.

Chi ha scoperto Vilcabamba?

  • Il nome della città di Vilcabamba era noto pubblicamente nel 1911, quando Hiram Bingham pubblicò nel suo libro “La città perduta degli Incas”, la scoperta di Machu Picchu e un luogo precedente che sarebbe stato “Pampa Spirit”.
  • Tuttavia, come riportano diversi autori, Hiram Bingham non aveva idea della sua importanza e credeva fermamente che Machu Picchu fosse la città perduta degli Incas (Vilcabamba), cioè il rifugio dell’ultimo Inca.
  • Nel 1964, Gene Savoy (esploratore americano) e un gruppo di esploratori andini arrivarono a Vilcabamba e scoprirono resti di circa 60 edifici e quasi 300 case coperte di muschio, licheni, viti e fitta vegetazione della giungla.
  • Nel 2004, un gruppo di archeologi peruviani ha trovato i resti di una tomba di un re o di un’importante personalità Wari. C’erano anche resti di una corazza d’oro, un’ascia, resti di ceramica, tessuti e altro ancora.

Quali costruzioni ci sono a Vilcabamba?

  • A Vilcabamba sono state rinvenute rovine a 600 metri dai reperti segnalati da Hiram Bingham.
  • Fu trovato un tempio a 24 porte – lungo 69 metri – e un palazzo sommerso lungo circa 100 metri.
  • Le case sono state costruite su piattaforme, apparentemente per essere protette dalle inondazioni. C’era un palazzo a schiera lungo 43 metri e una grande costruzione chiamata “La casa delle nicchie”.
  • Gli edifici sono stati costruiti con ciottoli uniti con argilla. Apparentemente gli Incas non portarono con sé un lavoro che potesse rendere le costruzioni sorprendenti come quelle che si possono vedere a Machu Picchu.
Costruzioni Inca a Vilcabamba che servirono da rifugio per gli ultimi Incas
Costruzioni Inca a Vilcabamba che servirono da rifugio per gli ultimi Incas

Per molto tempo si credeva che Vilcabamba fosse sempre un territorio inca. Tuttavia, secondo recenti ricerche, si è concluso che 500 anni prima era il territorio della cultura pre-Inca “Wari” e che gli Incas si stabilirono in questo importante posto.


Come fare trekking a Vilcabamba?

  • Al momento è possibile visitare Vilcabamba ma è un trekking considerato di grande difficoltà, consigliato agli escursionisti in buone condizioni fisiche.
  • Ci sono tour a Vilcabamba che includono un percorso di trekking lungo i percorsi che Hiram Bingham ha seguito nella sua scoperta.
  • Ci sono anche tour di trekking che includono la visita di Vilcabamba e della città Inca di Machu Picchu.
  • Puoi ottenere i tour attraverso il sito Web di un’agenzia turistica.

Altre attrazioni turistiche a Vilcabamba

  • Sito archeologico di Rosaspata.
  • La tomba di Espiritu Pampa.
  • Vitcos, l’ultima residenza di Manco Inca.

Suggerimenti per visitare Vilcabamba

  • I tour a Vilcabamba non sono frequenti e richiedono una buona organizzazione. Assicurati di assumere un’agenzia turistica seria con buoni commenti di altri viaggiatori nei forum come TripAdvisor.
  • Vilcabamba si trova nella regione tropicale di Cusco, dove le piogge sono frequenti. Il periodo migliore per andare è tra aprile e ottobre, quando le piogge diminuiscono.
  • Quando visiti Vilcabamba, non dimenticare di portare: poncho da pioggia, cappello, stivali impermeabili, scarpe da trekking, repellente per insetti, crema solare, acqua e una macchina fotografica.
  • Dopo aver visitato Vilcabamba, approfitta della visita a Machu Picchu attraverso il percorso alternativo attraverso “Idroelettrico”, nella giungla di Cusco. Questo percorso è più avventuroso ed economico.

Consigli da parte di persone che sono stati lì

Machu Picchu

The editorDi: The editor

“Informazioni su Vilcabamba“

“Siamo spiacenti, non abbiamo commenti sulla città Inca di Vilcabamba“

 

Di Ticket Machu Picchu – Ultimo aggiornamento, settembre 23, 2019