Clicca per votare articolo

Che luoghi visitare in Machu Picchu?

HomeConsigliMachu Picchu

Come altre città o llaqtas Incas, Machu Picchu segue anche i principi della dualità e cuatripartition.

E diviso in due settori principali:
Il urbano e il agricolo, che sono separati da fossato asciutto. Ognuno di questi settori sono suddivisi in due sottosettori: El Alto o Hanan e Bassa o Urin, ha presentano 19 complessi urbani (Residenza della nobiltà e specialisti, templi, huacas, officine, magazzini e altri) 13 complessi agricolo, una piazza centrale, 2 posti minori e 8 strade. Il lato est di Machu Picchu, ha poco più del 60% di tutta la costruzione.

Come è distribuito Machu Picchu?

  1. Zona Agraria
    1.1 Puesto de Vigilancia de los Andenes
    1.2 Primer Grupo de Andenes
    1.3 Andenes del Sector Bajo
  2. Zona Urbana
    2.1 Spazio Sacro
    2.1.1 Templo Principal
          2.1.2 Templo de las Tres Ventanas
          2.1.3 Templo del Sol (Torreon)
    2.1.4 Templo de la Madre Tierra o Pachamama (Templo de los Muertos)
          2.1.5 Residencia Real
          2.1.6 Fuentes (Las Pacchas)
          2.1.7 Intihuatana
    2.2 Spazio Residenziale
          2.2.1 Roca Sagrada (Altar de la Réplica de los Apus)
          2.2.2 Espejo de Agua
          2.2.3 Las Carceles
          2.2.4 Templo del Cóndor
          2.2.5 Adoratorio a la piedra

Zonas Machu Picchu

 

1. ZONA AGRARIA

In Zona Agricola, ci sono alcuni elementi architettonici: Gruppo di case dei Guardiani, i posti di vigilanza e Kallanka, che sta costruendo in misura maggiore.

Muri di sostegno piattaforme spesso raggiungere più di 4 m di altezza. Sulle sue pareti avete pietre intarsiate, permettendo l’accesso da una piattaforma all’altra e sono allineati in diagonale che sporge dal muro.

I terrazzamenti agricoli o piattaforme sono scale successivi che si trovano sulle pendici della topografia locale. Muri di sostegno delle piattaforme raggiungono spesso più di 4 m di altezza. Sulle sue pareti, avete pietre intarsiate, permettendo l’accesso da una piattaforma all’altra e sono allineati in diagonale che sporge dal muro. Tra i commestibili coltivate, il grano era il cibo più consumato in dell’antico Perù. Poiché Machu Picchu è di circa 2.400 metri. No era prodotta la foglia di coca perché non vi prosperò a causa dell’altitudine.

Le terrazze su ripide spazi Huayna Picchu e quelli situati sui ripidi pendii dei bordi del Settore Urbano Machu Picchu potrebbero essere coltivate, ma soprattutto sono stati destinati per affermare il terreno per evitare frane e smottamenti.

Anche voi, sul perimetro della Zona Agraria é chiamata Roca Funeraria con la sua scolpita piatta e lucidato, come il Cimitero Superiore, estensione lato est della Kallanka. Queste piattaforme, come anche il vicino complesso agro-settario di Wiñaywayna, erano più che aree appena crescita. Essi sono impreziositi di onorare la Dea Terra o Pachamama, donatore diretta dei sostentamento. La forma rotto delle piattaforme potrebbe ispirare l’emblema sfalsato.
Forse questo segno, iconografia estremamente ripetitivo era il simbolo per eccellenza della Pachamama o Dea Terra, presente nell’antico Perù fin dai tempi antichi 3000 anni fa.

 TOP ▲

 

1.1 Puesto de Vigilancia de los Andenes

Le piattaforme denominate “Pata Pata” in quechua sono “terrazze sfalsato” che si arrampicano sulle colline e le montagne in vari gradienti, piattaforme non solo creano terreno fertile, ma combatte l’erosione dei terreni utile, permette il drenaggio efficiente, ottenere una massimizzazione di acqua e mantenere la fertilità degli zona, abbassando elementi e minerali giù solo da un livello all’altro, accumulando l’humus necessario da una piattaforma all’altra. La società Inca, ha incontrato e ha consumato più di trecento piante in diverse zone ecologiche che si adattano l’uno all’altro, scatenando nell’impero uno dei più vari e raffinati cucine.

Tra le radici tuberose o ereditate dai Incas è: patate, patate dolci, manioca e ortaggi a radice; come il pomodoro è tra i più noti, anche evidenziando mais e quinoa e quiwicha prodotti che sono di riprendere il suo posto come il cibo del futuro.

Il peperoncino come condimento potente e coca considerato l’analgesico più potente; un punto importante è riconoscere che molte piante utilizzate dagli antichi peruviani erano anche a conoscenza di altre culture americane, come nel caso di patate dolci, manioca, e altro carattere industriale come il cotone, senza questi alimenti naturali o disidratati, non sarebbe stato fattibile la creazione di un gigantesco impero come era l’Inca.

Le terrazze di Machu Picchu sono per lo più orientati verso l’alba, perché, è utilizzato al meglio la luce del sole del mattino. In questa università di natura ed ecologia studi speciali per l’adeguamento degli impianti, che entrano e / o in uscita la giungla
e per questo scopo le città più piccole che si trovano nella valle del Vilcanota hanno le loro piattaforme anche affrontare l’alba e così progressivamente acclimatati all’altitudine.

 TOP ▲

 

1.2 Primer Grupo de Andenes

Zonas Machu Picchu

 

Questo primo gruppo di piattaforme si trova all’ingresso della città di Machu Picchu, vicino al cimitero, situato in sequenza in modo da ottenere più luce e asoleamiento sono allungati di forma rettangolare, collegati da una scala, l’ultima piattaforma ha chiari segni di architettura Inca con malta di fango, queste case sono ora parzialmente restaurato per dare un’idea di come sono stati costruiti in quel momento.

 TOP ▲

 

1.3 Andenes del Sector Bajo

La zona agricola è uno dei più importanti e giustifica il motivo per cui l’esistenza di Machu Picchu, come un centro di studio e acclimatazione della varietà di piante dentro e fuori della giungla, cultura Inca sarà riconosciuto dal grande numero di piante generi che potrebbero domare, che è uno dei pochi aree piscina Babáricas geniche e per il mondo.

Tale settore è incollato fossato, ha più di 40 piattaforme, obbedendo la necessità di terreni agricoli per la sperimentazione, costringendo trasformare eccezionale lunga successione di muri e argini, è l’unico modo per dominare il terreno accidentato, con dislivelli superiori a 500 metri rispetto al fiume, formando una tribuna enorme che viene dal fiume up le cime più alte, anche il Huayna Picchu, il tutto con l’obiettivo di avere aree e colture e adattarsi all’altezza di entrambe le specie di altopiano e giungla.

Le proporzioni approssimative di una piattaforma è 3,50 m. alto da 3,00 m. ampia sul piano orizzontale, richiama inoltre l’attenzione sulle piattaforme orientate verso ovest corrispondente alla zona del ponte di San Miguel, che sono corte e basso altezza questi sono stati essenzialmente muri di sostegno, come quelli visti dalla strada che conduce al ponte Inca, Vilcabamba strada.

Non è difficile immaginare che gli Inca avevano più terreni agricoli in aree più accessibili e in grado di lavorare molto più facile, la domanda che viene sempre è il motivo per cui queste terrazze sulle parti più ripide, la risposta ha dato archeologia e archeobotanica, la prima analizza viscere delle piattaforme, che evidenzia che essi hanno la seguente forma: un muro di contenimento tra la piattaforma e la piattaforma su cui è possibile visualizzare 50% e l’altro è sepolto, la funzione di questo muro era parte della costruzione, l’energia solare cattura, calore assorbendo pietre nella mattina per essere irradiati nel pomeriggio, in modo che le piante godono di un effetto serra per la sua conformazione.

Composizione di Andenes: Prima, fondamentalmente piccole pietre e saldi schegge che fungevano da evacuare rapidamente l’acqua in eccesso attraverso le crepe che si formano tra loro precipitazioni quindi qui sono abbondanti, ben posizionato per aerare la piattaforma quindi reso più fertile il terreno con questo sistema c’era un equilibrio nella umidità della piattaforma.

Un secondo strato di sabbia o terra grossolana disturbati, e infine uno spesso strato di terreno organico da uno a due metri di spessore. E ‘difficile immaginare il volume di terra sono stati rimossi e trasferito. Per avere l’agricoltura di qualità deve soddisfare tre requisiti: la luce, umidità e suolo condizioni che presentate con sufficienza in condizioni ottimali e le alte vette del Machu Picchu. Gli strumenti utilizzati per la cultura sono stati tra l’altro chiamata chaquitaclla, che è un aratro piede e una punta di legno “chonta” molto duro è ancora usato oggi con la punta modificata per il ferro.

Non è l’oro, la cosa più preziosa che gli spagnoli hanno preso dal Perù America e in Europa, la rivoluzione alimentare è accaduto, aveva un grande significato per la varietà di prodotti che si muoveva il Nuovo Mondo. Ottanta varietà di patate che più di una volta ha salvato il mondo dalla fame, le patatine fritte hanno origine peruviana, pasta e pizza italiani non essere la stessa senza il pomodoro portato dal Perù. Il mais di Perù è così grande che è mangiato granello da granello ed è unico, arachide, mandorle che dà sapore ai pasti, senza precedenti, fu conquistata dai peruviani, peperoncino e peperoncino accompagnamento e non ti sbagliare con qualsiasi piatto, molte erbe aromatiche, il lucma o lucuma, che dà il sapore di uno dei più deliziosi gelati, quinoa e quiwicha “Amarantus” che stanno avvenendo prodotti altamente nutrienti sul mercato mondiale, sono esempi del incontro culturale alimentari, in cui entrambi i mondi sono diventati ricchi come contributo degli Incas del Perù.

 TOP ▲

 

2. ZONA URBANA

Zonas Machu Picchu

 

En la Zona Urbana, se aglutina los conjuntos arquitectónicos, destacan las dos grandes parcelas: el Espacio Sagrado y el Espacio Residencial. En la zonificación realizada, se determinan espacios o zonas con restricciones creadas por puertas, murallas y calles que aseguraban el uso racional sólo para una clase social como la sacerdotal, la calidad arquitectónica de éstos corroboran este hecho.

Questa area risponde alla trilogia che ha governato la vita quotidiana della cultura Inca che sono l’Kay Pacha, la terra dei viventi con il acqua, datore di vita e di morte rappresentata dal serpente o serpente attraverso due fontane cerimoniali, e sotto la stessa sequenza. Il Hanan Pacha o la terra degli dei, rappresentata dal Dio Sole e ha anche per corriere il raggi concimazione, è rappresentato dal “Puma” o il leone andina, Il Tambor Solar ha la duplice funzione di adorare il Dio Sole e astronomicamente controllare i loro funzioni. Il Uhju Pacha, che è la terra dei morti, rappresentato dal condor, uccello sacro che potrebbe portare le anime degli uomini dalla terra al cielo, suo rappresentazione é espressione architettonica simbolica sepolti nelle tenebre sotto il Tempio di Sole.

 TOP ▲

 

2.1 LO SPACIO SACRO

A Spazio Sacro si accede dal vano noto con il nome con il nome Portada della Città.
Per questo posto porta la strada Inca, che dopo aver toccare i Intipunku, sulla cima alla collina Machu Picchu, che scende raggiungendo il Portada in questione. Tra i vari gruppi di Spazio Sacro evidenziare il Group della Portada, il Tempio del Sole (Torreón), il Mausoleo Reale, la Residenza Reale (Palazzo Reale), il Tempio delle Tre Finestre, il Tempio Principale e infine, il gruppo Intihuatana, che occupa il posto più alto di Spazio Sacro.

 TOP ▲

 

2.1.1 Il Tempio Principale

Formata da una struttura rig splendida, suo piano risponde a modello di huayrana, un recinto circondato da soli tre muri, ciascuno grandi pezzi sono accuratamente scolpiti, i fastigi hanno ihanno in loro lati cajuelas o stampaggio. La parete centrale è 11 m. Dietro e accanto al tempio principale si trova Casa di ornamenti, di cui pietre una presenta niente meno che gli 32 angoli.

 TOP ▲

 

2.1.2 Il Tempio delle Tre Finestre

A nord-est si trova questo tempio, si trova adiacente al tempio principale. Bingham ha creduto in un primo momento che la sua vana evocava le tre grotte del leggendario Tamputoco – metaforicamente vagine dea della Terra o Pachamama – da cui gli antenati defunti dei governanti Inca di Cuzco.

Si compone di tre pareti poligonali, costruite con enormi pezzi di pietra perfettamente assemblati con grande arte e competenza, ci sono tre finestre e due nicchie, uno su ciascun lato. Questo non é finestre di ventilazione, ma aperture incorniciate in concetti magico-religiosi.

Hiram Bingham scavato nella parte anteriore di questo tempio trovando un sacco di ceramica rotto e mette in evidenza il particolare della fondazione di questo tempio come avere, una profondità di tre metri, questo rivestimento è anche la figura simbolica della testa di una fiamma ovviamente intagliata, immagine allegorica di questo auquénido che ha contribuito così tanto come una bestia da soma, e fornitore di carne e indumenti per gli Incas.

 TOP ▲

 

2.1.3 Il Tempio del Sole(Torreón)

templo sol Machu Picchu

 

Questo ambiente, il più bello per la sua perfezione e la simmetria, occupa uno spazio grande e dominante, ha due piani: il primo è un tempio semi-sotterraneo e nel secondo una bella parete semicircolare spicca più corsa perfetta, i pietre montate, filato per filato, con una leggera inclinazione verso l’interno. Ha due finestre a forma di trapezio e volute sui suoi quattro angoli, una orientato al solstizio d’inverno in avanti più estremo si verifica il 22 giugno e l’altra verso la Puerta del Sol (Intipunku) corrispondente al solstizio d’estate si svolge il 22 dicembre.

All’esterno di questo tamburo solare, si osservati due volute che non sono errori costruttivi, questa coppia di volute sono il mezzo solare tra una finestra e l’altra, perché è più vicino alla finestra del solstizio d’inverno e da lì in modo parete circolare, il sole sarà più veloce.

In mezzo a questa architettura una centrale affioramenti rocciosi, scolpita nella forma di un altare che è stato utilizzato per tenere traccia del sole che viaggia avanti e indietro.

Verso il lato nord, una porta può essere visto con un bel portale trapezoidale, con fori molto simili che esistono nel Qoricancha, il suo vero scopo è quello di passare corde e fissare la porta dall’interno di questa grande finestra, per l’assenza recinzione darà l’accesso alle più importante area di Machu Picchu, come la torre solare.

La finestra di serpenti comunica direttamente con la principale fonte l’acqua di rete avente una finitura impeccabile, dimostrando una relazione funzionale tra loro e attraverso questa finestra.

 TOP ▲

 

2.1.4 Tempio della Madre Terra o Pachamama (Tempio di i morti)

Tradizionalmente conosciuto come Mausoleo Reale, Sitio de los Muertos e il Tomba del Inca. Si trova al piano inferiore di tamburo semi-circolare, è una grotta naturale, fredda e fioca, il tetto è la base per la grotta Tempio del Sole, con la funzione dell’altare e di collocare le offerte, intera parete è placcato con le pietre più belle Inca, formando nicchie trapezoidali con un’altezza sufficiente a contenere la mummia di un uomo.

E ‘anche il tempio per il culto dei morti, in Inca tempi era molto importante per mantenere i resti mortali, essi hanno creduto nel ritorno dello spirito in un altro aspetto e sorsero di nuovo in questo mondo, i nobili sono stati imbalsamati e mummificati in una posizione accovacciata, con coperte e oggetti personali; durante le feste queste mummie sono stati rimossi per adorarli, dal momento che erano considerati spiriti protettivi dell’impero, l’esistenza di grandi chiodi staffe o pietra cilindrica all’interno, mostrano la possibilità di offerte appesi o oggetti pesanti che decorano questa stanza.

 TOP ▲

 

2.1.5 Il Residenza Reale (Palacio del Inca)

Questo gruppo è noto anche come ‘Palazzo Reale‘. E ‘così chiamato a causa della loro maggiore ambienti architettonici spaziosità, di distribuzione e di qualità. E caratterizzata da grandi architravi in pietra sul loro portici, è entrato da un passaggio che conduce a una lobby o un ricevimento, che ha un altezza media, un anello di pietra a terra, che doveva essere portatore un mobile oggetto presentato da usura.

Da lì si va ad una distribuzione cortile, in uno dei suoi fronti è uno principali camera dieci nicchie, la qualità e l’altezza di questi deve contenere ornamenti, è una stanza – camera, perché in un’estremità ha la forma di piattaforma, e accanto c’è una porta che conduce ad uno spazio aperto che è un servizio igienico privato che ha il taglio visivo che dà l’atmosfera carattere intimo è visto anche piccole nicchie per le ceneri con cui coprivano loro rifiuti biologici, anche sul pavimento sono il scarichi.

Nel cortile c’è un affioramento monolitico con una certa fantasia è la forma della testa di una fiamma, niente ovvia e può essere non c’è nulla di trascendente.

Un’altra stanza che si affaccia la camera da letto, è più grande, corrispondente ad una sala o sala riunioni, come contigua ad esso vi è una piccola camera che è un servizio di bagno pubblico, è un canale attraverso il quale scorreva acque reflue per un campo, in entrambi gli edifici sono tetti a due falde con molto inclinata per facilitare ecorrantias di acqua piovana.

Questo patio porta anche in un passaggio stretto, solo ingresso accesso interno ambienti in cui il personale di servizio Inca hanno vissuto, questo è dovuto alla minore qualità architettonica; da un cortile di distribuzione, le camere e terrazze si ha una magnifica vista della città.

Nella parte posteriore e inferiore, vi è una stanza a due piani, a cui si accede tramite una scala, ha una disposizione interessante dal numero delle porte, da una necessità di un accesso frequente che si riferisce a un “tribunale” o spazio aperto e di una comunicazione esclusiva scaletta per il personale di supporto verso l’esterno, ha anche un clima aperto con una porta stretta che è destinato per avicoltura animali che dotate le carni fresche per il Inca.

 TOP ▲

 

2.1.6 Fonti (Las Pacchas)

In parallelo alla Scala Centrale, spostando Las pacchas, con le sue 16 cascate di chiare funzione pluviomágica.

Fonte Principale

La seconda fonte, così chiamato, per essere tra trovarsi nella cima e condividere i funzioni con tempio semicircolare del dio del sole e la sua connessione con atti rituali e cerimonie legati all’acqua in un mondo sacrilizado in cui religione e la visione del mondo magico era parte della loro vita quotidiana, per loro le divinità più antiche fuori le acque del lago Titicaca e la natura andina sempre dipendeva l’acqua, la pioggia, è per questo che vi è una relazione diretta tra il Tempio del Sole e una bella fontana, per questo ha una grande finestra che comunica questa funzione.

Da qui l’acqua è distribuito in sequenza per altre fonti, è fonte di fabbricazione unica, perché è fatto di poche parti e dà un aspetto monolitico, essa devono prendere molto lavoro per la produzione, assemblaggio e smalto impermeabile essa.

La Casa del Inca è legata a questa fonte, perché la porta è direttamente di fronte esso, da un problema gerarchico è il Inca il primo da bere, dopo che l’acqua è fornita da altre fonti secondo scale sociali che si esprimono anche nella urbano.

Dopo questo si può apprezzare l’esistenza di un’altra fonte, in cui l’acqua cade di maggiore altezza, altare a forma di questi primi fonti sono state usate come principali templi di culto ad acqua e le offerte hanno dato a questa divinità.

Fonte Secondaria

Nell’area sacra, ci sono 16 fonti con canali di distribuzione comune, l’acqua è condotto al settore urbano, da un affioramento che si trova a 760 metri di distanza, sulle pendici della Montagna Machu Picchu nella produzione ci sono diverse qualità, formata da pietre portate o tagliate nelle vicinaze.

Fonti d’acqua avevano due funzioni miste, la prima: il santuario di acqua in Machu Picchu. come in tutti gli edifici, per le idiosincrasie degli Incas erano venerati acqua per la loro gentilezza e il secondo per il consumo necessaria una cerimonia informale quando vettovagliamento l’elemento liquido, per il quale, erano disponibili di piccole e discrete ambienti, anche per motivi di salute, per qui dalla ristrettezza, non è possibile eseguire qualsiasi altra attività, piuttosto che raccogliere l’acqua e non inquinare le seguenti fonti di detriti.

La cultura Inca, soprattutto religiosa, adorano l’acqua che ha formato una parte importante del culto globale e la vita quotidiana, queste fonti hanno alcuna disposizione indipendenti, sono una catena di fonti, con un ritmo ripetitivo,
acqua scorre rumorosamente unendo questi, cade fortemente modulata da doccioni pietra, creando un effetto di luce su questi getti d’acqua, ciascuno è un centro cerimoniale, i suoi approcci sono orientati in direzioni diverse in base al reparto servire, facilitando l’accesso da diversi livelli, tutte con qualità costruttiva, avere una caduta di acqua in una tinaja e una presa di acqua sul fondo, alle pareti vi sono piccole nicchie trapezoidali e la loro altezza non superiore a 1,20 m. non erano bagni puliti, ma servita per l’approvvigionamento idrico e il culto degli stessi in una cerimonia privata pieno di simbolismo.

 TOP ▲

 

2.1.7 El Intihuatana

intihuatana Machu Picchu

 

Nella parte più alta della zona urbana, é il gruppo Intihuatana, che corrisponde alla zona di maggiore importanza della Sacra Spazio e Machu Picchu in generale. I resti vengono spostati su un promontorio roccioso a cui si accede da un semicerchio di 70 scalini. Sulla spianata che presenta la cima, si trova una grande scultura scavata nella sperone roccioso, con superfici piane perfettamente intagliate con pulizia. Il suo perimetro raggiunge 8,60 m e la sua altezza 1,76 m. Questo enorme scultura é chiamata Intihuatana. Ma è la colonna scavata nella roccia che costituisce di scultura, che propriamente conosciuto come Intihuatana. La stessa, misura 66 centimetri di altezza ed è orizzontalmente tagliata al settore superiore.

L’Intihuatana si trova al centro, è il lavoro Inca più enigmatico di Machu Picchu, un osservatorio astronomico o “Intihuatana degli Incas“, che in lingua quechua significa “dove il sole è legato” è un affioramento di granito geometricamente intagliata con più modanature, volti, aerei e livelli; sulla cima si erge una protuberanza cubica con facce finemente scolpite che necessariamente risposto a un attento studio, il lavoro doveva essere difficile per i vostri intagliatori perché richiedeva grandi tagli di precisione.

Una grande roccia è stata intagliata a formare il Intihuatana e accessori, dobbiamo ricordare che per fare qualsiasi osservazione solare o astronomico dovrebbe definitivamente avere tre condizioni, prima l’osservatore (il Saggio), secondo fuoco (il Intihuatana) che deve essere fissato in modo che le osservazioni non variano e ogni anno possono essere confrontati con esami precedenti e il terzo punto da osservare (il sole), il orologio a agricolareciso soddisfa queste condizioni, tutto in un unico blocco di pietra.

L’affioramento che forma il Intihuatana e l’osservatore sono parti di un unico pezzo incrollabile, che mostra solo scopo è di riconoscere il sole, il suo movimento, generazione ombra di Intihuatana che accuratamente sono stati tagliato e lucidato per diverse stagioni.

 TOP ▲

 

2.2 EL ESPACIO RESIDENCIAL

L’area residenziale comprende diversi gruppi, come Le Carceri, Specchi d’Acqua (Los Morteros), Tre Portada e Alto Gruppo. Inoltre, l’altare della replica del Apus conosciuta come la ‘Sacra Rock’ e, infine, il Adoratorio a Pietra.

Alcuni di questi gruppi potrebbe essere stato abitazioni dei amministratori, così come gli officianti di cerimonie, e secondo suggerito da Bingham, forse, anche acllas o donne scelti, preposto alla redazione dei tessuti, tra le altre funzioni, che hanno dato un valore inestimabile alle diplomazia Inca. Tuttavia, i gruppi di Area residenziale sono, come Spazio Sacro, anche se su scala minore, intrisa di un alone sacro.

 TOP ▲

 

2.2.1 Roca Sagrada (Altar de la Réplica de los Apus)

Comunemente noto come ‘Roccia Sacra‘, il Santuario della replica del Apus è caratterizzato da una pietra che si ripete la siluetta frastagliato di una serie di cime cordilleranas, pieno di sacro linfa. Completano la grande scultura due ambienti o huayranas solo tre pareti.

Tutta la roccia sacra è la fine della strada comunale di Huayna Picchu, costituito da due di ambienti tipo huayrana o ambienti di tre murate della stanza con soffitti molto alti che si trovano faccia a faccia formando una piccola piazza quasi quadrata che ha come sfondo la roccia sacra, lo stesso che poggia su un piedistallo di pietra.

Questa roccia è la rappresentazione del monte situato nella parte inferiore,
il “enigmatico Yanantin” che significa “collina dei due vertici” in quanto è in realtà (dettaglio che può essere visto dal Intipunku o Sun Gate), la roccia ha il profilo della cima della protettrice montagna del Valle Vilcanota, il gruppo e questo scenario è completato da due huayranas che rappresentano, il lato sinistro al Huayna Picchu, e destra la montagna Putucusi, la fine di dare il quadro sacro a la Montagna “Yanantin”. Le montagne di Huayna Picchu e montagne Putucusi sono montagne uniche, non sono parte di una catena, sono chiamate le montagne “Chullallan” che significa “single o solitari” che per gli Incas avevano significato purezza da questa funzione.

Questa roccia ha anche una posizione speciale, perché si trova nella strada che conduce a due importanti templi: Temple of Stars e Mountain Observatory, il “Huayna Picchu” e il “Moon Gate” erroneamente chiamato il Tempio Luna, entrambi i percorsi convergono in questa piazza, dove è venerato alla Montagna Tutelare di Machu Picchu.

La rappresentazione di “Yanantin” deve trascendere importanza locale, perché questa forma o profilo può essere visto anche nella città di Ollantaytambo, perché la roccia è molto simile nella forma e è circa la stessa dimensione, si trova su un piedistallo ed è anche orientate nella stessa direzione di quella di Machu Picchu; Ovviamente entrambe le rocce rappresentano la stessa montagna.

Ponendosi nella parte posteriore della roccia sacra, verso la parte anteriore della montagna, è possibile vedere una linea retta, è un grande muro in pietra con 1, 075 m. di lunghezza e 2 a 6 m. altezza che è orientata direttamente verso la cima della montagna sacra di “Yanantin” questo cammino o fossa è una forma di marchio, segno o limite che ha richiesto molto lavoro in edilizia, superare gli ostacoli, con la sola idea di marcare con un dritto verso l’alto, reso riaffermando la qualità sacra di questa montagna, il punto di origine di queste linee guida è il Huayna Picchu.

 TOP ▲

 

2.2.2 Specchi d’Acqua

Sono in uno dei recinzione del gruppo noto come il ‘Barrio industriale’. Il nome deriva dalla presenza in uno dei suoi locali, di una pietra scolpita elemento scultoreo in una delle rocce esposte sul pavimento. La scultura ha due cavità circolari ovviamente di funzione rito, che Bingham interpretato come mortai. Forse servito a indovinare i riflessi dell’acqua nella superficie di cristallo o sostanze magiche che sono stati depositati in questi contenitori. Per queste ragioni, si preferisce il termine Specchi d’Acqua nome applicato sia al sito dove sono e come edifici che compongono l’intero..

 TOP ▲

 

2.2.3 Las Cárceles

Comprende un insieme di edifici adiacenti con il gruppo di specchi d’acqua, sebbene ad un livello inferiore. Il gruppo ha le pareti con hornacinas di varie dimensioni ed è caratterizzato da strette grotte umide popolarmente presi come dungeon. Sorge una enorme roccia, dotato parzialmente di muratura nella sua parte superiore, che sembra richiamare la forma di un uccello. Le grotte hanno tre nicchie, con spazi per accogliere una persona seduta. Ciò ha dato luogo a essere considerato luoghi di carcere. Alcuni dispositivi di pietra sui suoi fianchi essi sono serviti a tenere i suoi prigionieri di armi. In il recinto delle Carceri, emerge una roccia con una figura scolpita. Si ritiene che ritrae un condor.

 TOP ▲

 

2.2.4 Templo del Cóndor

Il condor era una divinità molto importante di mondo della divinità Incas, era l’essere che potrebbero portare le anime dalla terra all’infinito, dove si sarebbero incontrati con il dio del sole nei loro miti e rappresentazioni è sempre presente.

L’area è delimitata per scale e pareti, l’accesso è controllato da una doppia porta stipite, segnando la gerarchia e le attività che si svolgono in questo campo impostato su un angolo, presenta una varietà di chiuso e aperto con uno e due ambienti livelli.

Il pezzo forte è un concessionario patio cui principale punto di rappresentazione è il Condor in mezzo a una fioritura triangolare, al centro di esso è stata scolpita la testa, il becco e gli occhi cosi come il collare sul suo collo, le ali hanno una rappresentazione molto chiara e il corpo sporgente in una caverna, la stessa può essere trafitto e che porta alla cima del condor, che rappresenta la spina dorsale di tale uccello in un transizione simbolico dalla vita alla morte, trasportato sulle ali del condor del dio sole nella caverna sotterranea (corpo) sono stati trovati offerte, ceramiche e ossa di cammelli, per confermare la qualità di “centro cerimoniale”.

La scultura Inca è stata poco studiata nelle arti visive degli Incas, reso ingiusto, ha trascurato la tendenza raro scultori astrazione, questi artisti hanno cercato la bellezza non solo nella riproduzione o replica del reale, ma nel audacia fantasioso suprema, a volte con puri astrazioni lineari, terribilmente bello; eppure sorprendentemente look moderno favolosamente stilizzato, che opera di un artista contemporaneo che il funzionalismo non è ancora stato decifrato. Ci si chiede per il genio degli antichi peruviani, architetti e scultori che hanno fatto la pietra come volevano, poche conoscenze sui valori estetici di quei favolosi artisti cusqueños che erano la prima astrazione artistico ed estetico.

Nel Tempio del Condor, si ha che la combinazione di scultura che l’architettura è o diventa parte di essa, non brillante, è una espressione, nel Tempio del Condor, dove è stata utilizzata la grotta, emersa in pareti, è stato lavorato affioramenti di pietra, mescolando la natura con l’opera dell’uomo. Le ali sono rappresentati da due affioramenti che sembrano sospesi solo alle estremità, che dà l’impressione di essere in aria e che ricorda le ali di un condor in volo.

Questa rappresentazione ci porta a pensare perché gli Incas, esperti nella tecnica elaborata di pietra, non ha fatto sculture con rappresentazioni più artistiche e realistiche dell’immagine degli dei tutelari come il condor, il serpente o sulle colline; spiegazione naturale è che in tutte le sue opere mostrano rispetto per la “Pachamama”, o Madre Terra, che sono integrati con grande abilità, adattando le sue forme, alterando il meno possibile lo scopo e la forma delle loro divinità; sicuramente il più grande omaggio a loro, é non trasformare la forme dei loro dei, che la natura offriva gli Incas.

Sul retro del condor c’è un ambiente semicircolare, dove c’è tre grandi hornacinas nel mezzo di ciascuna di esse, c’è un piccolo, sui lati si può vedere perforazioni che servivano per tenere le mummie, collocati in questi grandi hornacinas, questi fori hanno anche suggerito l’uso di manette ai polsi per i prigionieri, infatti improbabile perché avrebbero dovuto fracturarles armi dovrebbero per passare attraverso questi fori.

A un livello più elevato e dietro del condor, intorno a lui nove hornacinas trapezoidale, su una parete adiacente ad una delle terrazze della piazza, ciascuno con spazio sufficiente, in modo che un uomo può quepar in piedi con uno spioncino verso la piazza e il Tempio della Trilogia, forse qui mummie conservate in di fronte alla piazza, che fanno partecipare simbolicamente delle attività quotidiane della città. La qualità architettonica dell’intera Tempio del Condor e la sua posizione all’interno della città, conferma che aveva una funzione cerimoniale. La distribuzione degli spazi è stato sapientemente progettato sulla base della roccia, che rappresenta il condor era circondata da tutte le mummie degli antenati che furono trasportati da lui al dio del sole.

Completare il gruppo un ambienti di due piani si affaccia sul condor, ha due ingressi, il secondo livello è a livello del cortile delle funzioni condor e associazione avrebbe dovuto servire come alloggio del sacerdote incaricato di culto Dio condor. Si scende al primo livello da una scala che conduce ad altre stanze. In questo ambiente continuo sono stati trovati cuyeras per l’allevamento di animali (cavie) anche presenta rocce fuligginose dimostrano che era una cucina; altre scale portano ad una piattaforma più bassa. Questa zona ha anche servizi tra cui l’acqua, caso raro Machu Picchu, che offre agli utenti della categoria in attesa in questo settore.

 TOP ▲

 

2.2.5 Adoratorio a la Piedra

C’è un mucchio di pietre senza lavorare, esposto al modo di Santuario dedicato al culto della pietra. Nei miti, doni speciali vengono conferiti alle pietre o ad una parte di esso. Hanno usato per incarnare antenati sono stati considerati pietre inerti antenati che divennero combattenti alla chiamata energica del sobvrano Pachacutec.

 TOP ▲

 

 

Per Biglietto Machu Picchu – Ultimo aggiornamento, 12-08-2015

 

Síguenos: