Machu Picchu 93 articoli
Architettura di Machu Picchu
Clicca per votare articolo

Architettura di Machu Picchu

Machu Picchu si trova in un’impressionante area geografica piena di montagne. Una delle sue caratteristiche è la sua bella e solida architettura che lo ha mantenuto in buone condizioni dopo oltre 600 anni. Le sue pareti hanno un’inclinazione antisismica che resiste meglio ai movimenti tellurici. Le sue finestre e le sue nicchie sono lucidate a una perfezione sorprendente. L’intero complesso architettonico si armonizza con il paesaggio. Attualmente, la città Inca è riconosciuta come una delle 7 meraviglie del mondo moderno.



Modelli in Machu Picchu
Modelli in Machu Picchu, schizzi in dimensioni più piccole

La costruzione di Machu Picchu

  • Machu Picchu fu costruito nel mezzo dell’espansione Inca, sotto il comando dell’imperatore Pachacutec intorno al 1450.
  • Per l’esecuzione di un’opera così maestosa occorreva l’opera di migliaia di uomini dei popoli recentemente conquistati dall’impero, che furono chiamati ‘mitimaes’.
  • La costruzione di Machu Picchu obbedisce a un desiderio dominante e commerciale con i popoli della regione della giungla.
  • Oltre alla città Inca, nella regione orientale dell’impero, gli Inca costruirono altre cittadelle e templi come: Choquequirao, Vilcabamba, Vitcos e altri.

Così è stata la pianificazione

  • Il luogo è stato scelto per la sua bellezza paesaggistica, il punto strategico commerciale, la posizione elevata per una corretta sorveglianza ma, va segnalato, per la presenza di un grande banco in pietra ideale per la realizzazione di muri, recinti e terrazzi. Ancora oggi è possibile apprezzare le pietre che furono utilizzate per la costruzione della città Inca.
  • Prima di iniziare qualsiasi edificio, gli Inca realizzavano schizzi, piani, modelli in scala e modelli utilizzando sistemi di misurazione, come: braccia, gomiti, piedi, gradini, campate, ecc.
  • Machupicchu doveva ospitare tra le 300 e le 1000 persone. Per rifornirsi, hanno costruito un’ampia catena di piattaforme e percorsi che le collegavano con altri siti importanti e più gruppi di piattaforme. Oggi, una parte di questo percorso è conosciuta come il famoso “Cammino Inca”.

Come è stata lavorata la pietra?

  • Ancora oggi non si ha un’idea precisa di come gli Inca abbiano fatto inserire le pietre scolpite nel Machu Picchu e nel resto delle costruzioni dell’impero con tale perfezione, senza alcun tipo di colla.
  • Si presume che gli Inca abbiano svolto un lavoro lento ma efficiente in Machu Picchu scolpendo pietre utilizzando altre pietre più resistenti e taglienti di diverse dimensioni.
  • La maggior parte delle pietre usate dagli Inca hanno una doppia tacca nella parte inferiore della faccia. Questi servirono a facilitare lo spostamento e il sollevamento durante la costruzione delle immense mura.

Tipi di architettura Inca

  • Il Kancha – Recinzione rettangolare in cui si trovavano altre strutture rettangolari attorno al complesso che assomigliavano a un patio oa una piazza. Era l’unità di composizione nell’architettura Inca. Oltre a fungere da punto di riferimento per una cittadella o un palazzo, serviva a formare gli isolati in cui si trovavano le case ei templi.
  • Il Kallanka – Questa struttura rettangolare era più grande del “kancha” poiché era lunga 70 metri. Erano associati a importanti templi o luoghi in cui si tenevano cerimonie religiose o amministrative. Il suo tetto era a capanna.
  • Il Ushnu – Strutture rettangolari sfalsate a forma di piramide alla cui parte superiore si accedeva tramite scale centrali. Gli “Ushnus” erano presenti nella maggior parte delle cittadelle e dei luoghi importanti perché lì gli Inca presiedevano cerimonie religiose o amministrative.
  • Il Tambo – Semplici edifici realizzati con pietre rustiche dove soggiornavano camminatori o ‘chasquis’ mentre percorrevano i migliaia di chilometri che costituivano le strade reali (qhapac ñan). Erano imparentati con le “colcas” o magazzini che fornivano cibo ai viaggiatori.

Tipi di muri a Machu Picchu

  • Il rustico o ‘pirka’ – Muro lavorato con pietre grezze, scolpite e disposte in modo rudimentale.
  • Tipo cellulare – Parete simile nell’aspetto alla struttura di un nido d’ape. È realizzato con piccola pietra calcarea poligonale. Puoi vedere queste strutture in alcune strutture della città Inca e in Chinchero.
  • Tipo migliorato – Pareti lavorate con pietre ignee di alta qualità. I migliori esempi di questo tipo di edificio sono: il tempio delle 3 finestre di Machupicchu, il tempio principale di Ollantaytambo e il muro di Hatun Rumiyoc a Cusco.
  • Tipo sedimentario o imperiale – Pareti realizzate con pietre medie posizionate orizzontalmente a file, che danno l’impressione di essere totalmente rettangolari. Il suo assemblaggio è così perfetto che è impossibile inserire una lametta o un foglio di carta nella sua struttura.
  • Tipo ciclopico – Queste mura sono anche conosciute come stile megalitico. Si caratterizza per i suoi enormi massi, molti dei quali raggiungono gli 8 metri di altezza. Alcuni esempi possono essere apprezzati in Sacsayhuaman.

Quali altri materiali hanno usato?

  • Oltre alla pietra, gli Inca usavano l’adobe. Questo materiale è fatto di fango misto a icchu (paglia andina). Viene assemblato in blocchi rettangolari, dopo essere stato essiccato al sole. Molti edifici Inca, anche intere città, sono stati lavorati con questo materiale. Ad esempio: il santuario di Pachacamac (a sud di Lima), Raqchi (a sud di Cusco), tra gli altri. Attualmente, l’adobe è ancora ampiamente utilizzato nelle città andine.
Cava a Machu Picchu
Cava a Machu Picchu, luogo dove venivano lavorate le pietre

I tetti

  • I tetti di Machu Picchu e di altri edifici Inca erano realizzati con travi di legno e ricoperti di icchu. In base alla loro forma, i tetti Inca erano classificati in: a) un pendio, b) due pendii, c) quattro pendii e d) tetti conici.
  • Uno degli edifici più impressionanti è il cosiddetto “Tempio di Wiracocha” situato nel sito archeologico di Raqchi. Questa “kallanka” raggiunge i 92 x 25 metri. Di conseguenza, il suo soffitto era uno dei più alti e imponenti dell’impero.
  • A causa della quantità di pioggia durante l’anno, i tetti Inca avevano un’inclinazione da 50º a 65º. L’icchu si consumava e doveva essere sostituito ogni tre o quattro anni.

Coperture e finestre

  • Come la maggior parte degli edifici a Machu Picchu e nel resto dell’impero, le porte e le finestre avevano una forma trapezoidale. Le coperture erano realizzate a doppio stipite, che permetteva un sistema di chiusura e apertura dall’interno. Le finestre avevano architravi in ​​legno o pietra.
  • Allo stesso modo, vale la pena menzionare l’esistenza di nicchie nei muri di quasi tutti i recinti di Machu Picchu. Le nicchie servivano per collocare oggetti di utilità quotidiana e decorazioni importanti. Oltre alle coperture e alle finestre, le nicchie avevano una forma trapezoidale.
Tipi di muri a Machu Picchu
Tipi di muri a Machu Picchu

Le mura

  • La maggior parte dei muri Inca sono leggermente inclinati. Allo stesso modo, si vede spesso che le mura Inca sono più larghe alla base rispetto alla sommità. Per questo motivo, si conclude che la forma più utilizzata dell’architettura Inca è quella trapezoidale, che fornisce stabilità e senso di equilibrio. La sua funzione principale era quella di resistere meglio ai movimenti tellurici. Per questo motivo, Machu Picchu ha resistito a forti terremoti durante i suoi oltre 500 anni di storia.

Le piattaforme

  • Le piattaforme sono un insieme di terrazze agricole poste l’una sull’altra, che hanno permesso di adattare la difficile geografia montuosa per un corretto lavoro agricolo. Le piattaforme costituiscono la maggior parte delle strutture architettoniche di Machu Picchu. All’interno delle sue mura sono presenti diversi strati di materiali che facilitavano l’assorbimento e il drenaggio dell’acqua, quali: rocce, argilla, ghiaia, ecc. Le piattaforme della città Inca avevano anche la funzione di muri di contenimento.

Foto: Dettagli di Machu Picchu


Conservazione di Machu Picchu

  • La città Inca fa parte di un’area molto più ampia chiamata Santuario Storico di Machu Picchu, che copre un’area di oltre 35mila ettari. Lì, oltre al sito archeologico, puoi vedere i tratti delle strade Inca, la preziosa flora e fauna naturali e altre cittadelle Inca.
  • Machu Picchu riceve 1,5 milioni di visitatori ogni anno, il che può minacciare l’intero ambiente storico e naturale della città Inca. Per tutelare al meglio la sua architettura e le sue bellezze naturali, si ricerca un piano per la tutela e la conservazione delle meraviglie del mondo.
  • È così che nel 2008 l’UNESCO non ha incluso Machupicchu nell’elenco del patrimonio in via di estinzione. Questo grazie al piano ideato dalle sue autorità e al corretto comportamento dei suoi visitatori.
  • Per proteggere e preservare la meraviglia del mondo, si raccomanda di non danneggiare gli edifici Inca.

Domande e risposte sull’architettura di Machu Picchu

  • 1) Che funzione aveva Machu Picchu?

    Machu Picchu era una cittadella Inca con funzioni cerimoniali e produttive. Serviva anche come centro del dominio Inca ai margini della giungla. L’imperatore Pachacutec lo visitava come luogo di riposo con la sua famiglia.

  • 2) Di cosa è fatto Machu Picchu?

    Machu Picchu è fatto di pietra di granito abbondante nella zona.

  • 3) Quanto tempo è durata la costruzione di Machu Picchu?

    La costruzione di Machu Picchu ha richiesto quasi cento anni. Tuttavia, secondo vari studi, la città Inca rimase incompiuta al momento del suo abbandono intorno al 1535.

  • 4) Quale Inca ordinò la costruzione di Machu Picchu?

    L’imperatore Pachacutec ordinò la costruzione di Machu Picchu nel 1450 d.C., secondo i test del carbonio quattordici.

  • 5) Qual è la costruzione più sorprendente di Machu Picchu?

    A Machu Picchu gli Inca costruirono diverse costruzioni sorprendenti. Spiccano: il Tempio del Sole, il Tempio delle 3 Finestre, l’Intihuatana e l’Intipunku.

  • 6) Dove hanno preso le pietre per costruire Machu Picchu?

    Nella stessa città Inca di Machu Picchu c’è un’area dove abbondano le pietre. Questa banca di pietra è stata utilizzata per la costruzione di recinti, percorsi, piattaforme, piazze e templi di Machupicchu.

  • 7) Quando è stato costruito Machu Picchu?

    Le prove di Carbon Fourteen supportano che Machu Picchu fu costruito nel 1450 d.C.

  • 8) Com’è l’architettura di Machu Picchu?

    Gli Inca hanno svolto un lavoro lento ma efficiente in Machu Picchu scolpendo pietre utilizzando altre pietre più resistenti e taglienti di diverse dimensioni.

  • 9) Quante persone hanno lavorato alla costruzione di Machu Picchu?

    Per questo, avevano bisogno di più di mille uomini provenienti da diverse regioni sotto il sistema mitimaes (trasferimento di coloni appena conquistati per adattarsi al sistema di lavoro Inca).

  • 10) L’architettura di Machu Picchu potrebbe scomparire?

    Machu Picchu ha un’architettura solida che lo ha aiutato a resistere meglio al passare del tempo e ai movimenti tellurici. Tuttavia, a causa della proliferazione del turismo, se non vengono prese misure adeguate, la città Inca potrebbe scomparire in futuro.

 

Di Ticket Machu Picchu – Ultimo aggiornamento, maggio 9, 2022